Le cronache dei nostri giorni testimoniano, con sempre maggiore frequenza, come lo sviluppo sempre più accelerato dei nuovi insediamenti urbani, sia accompagnato spesso da degrado ambientale e da incapacità di smaltimento delle portate di piena della rete di drenaggio o di un sistema di fognatura.
Lo sviluppo di insediamenti residenziali, commerciali o industriali comporta un aggravio della funzionalità fognaria esistente e del reticolo di drenaggio, con conseguenza di eventi calamitosi. Per aumentare l’efficacia delle reti esistenti si individuano le vasche di laminazione.

Quali modesti invasi ubicati nelle singole proprietà,adeguatamente dimensionate sulla base di specifici calcoli che tengono presente le dimensioni dell’area complessiva di proprietà, le aree cementificate che insistono sull’area stessa e precisi parametri di calcolo forniti dagli organi tecnici delle amministrazioni locali. Il sistema progettuale di queste vasche di laminazione è quello meglio conosciuto come Wet Pond o Volume Morto. Viene identificato un volume di acqua utilizzabile per scopi estetici o ricreativi, come vasca di accumulo per irrigazione o antincendio (Wet Pond).

L’invaso deve essere progettato e dimensionato per contenere altri due volumi:
Volume di Laminazione oggetto di riempimento: e successivo svuotamento causati da una precipitazione meteorica con tempo di ritorno pari a 50 anni.
Volume tecnico della vasca di Laminazione: oggetto anch’esso di riempimento e svuotamento successivo, causati da una precipitazione meteorica con tempo di ritorno di 10 anni.

PREVENTIVO

Richiedi questo servizio in fase di preventivazione


Richiedi un Progetto Gratuito

Il volume Wet Pond deve essere adeguatamente filtrato e trattato in modo che rimanga sempre efficiente e si evitino malfunzionamenti per accumuli di fango, rifiuti, alghe, tipici invece delle vasche di laminazione non ispezionabili o non filtrate. Un adeguato sistema di filtrazione consente di eliminare gli inquinanti tipici delle acque di Prima Pioggia, ovvero all’incirca i primi 5 mm di acqua piovana caduta nell’area che concorre a trascinare la sporcizia delle superfici. La filtrazione e il trattamento dell’acqua del

Wet Pond deve essere eseguito per favorire la miscelazione delle acque meteoriche, in modo che anch’esse siano così, oggetto di filtrazione, con conseguente diminuzione dei carichi inquinanti del corpo ricettore, ovvero la fognatura. La richiesta di Mylago come vasca di laminazione deve essere sempre soggetta ad un preciso dimensionamento effettuato da un tecnico qualificato che redige una specifica relazione tecnica che viene preventivamente presentata agli uffici tecnici amministrativi competenti.